Il Città di Varese comunica di aver affidato la direzione sportiva della società a Gianni Califano. Il nuovo direttore sportivo è reduce da quattro stagioni tra Serie C2 e Serie D a Prato.

Nato a Pagani il 18 novembre 1971, da calciatore vanta 454 presenze nei professionisti e 163 gol.

La scheda

Carriera da calciatore interamente nei professionisti, impreziosita dalla medaglia d’oro ottenuta alle universiadi del 1997 a Palermo disputate con la fascia da capitano della Nazionale Italiana (di quella squadra faceva parte anche Massimo Oddo, campione del Mondo nel 2006).

Debutto con la maglia del Prato nel settembre 1992, poi prestito al Casale dove realizza 10 reti in 25 incontri. Ritorno a Prato nell’estate 1993 per altre tre stagioni in Serie C1. Biennio ad Alessandria in C1 e poi approdo al Savoia dove nella stagione 1998/99, anche grazie alle sue 11 reti, arriva la prima storica promozione del club di Torre Annunziata in Serie B.

Viterbese, Catania e Modena i club conosciuti tra l’ottobre 1999 e il giugno 2001 prima di approdare al Giulianova dove in 5 stagioni ha realizzato 51 reti. Nel mezzo, 2003/04, una stagione al Chieti chiusa con 12 reti. Nel 2006/07 l’approdo al Gallipoli, sempre in Serie C1, dove ha realizzato 18 reti in 33 match. Chiude con il calcio giocato con il record dei gol Serie C: 163. Primato di reti detenuto fino al marzo 2019 quando Felice Evacuo l’ha superato.

La carriera da direttore sportivo è legata a due grandi piazze quali sono Monza e Prato. Con la società brianzola nel 2014/15 arriva la salvezza in Lega Pro ai playout con il Pordenone. Nel 2015/16 si lega al Prato, società con la quale ha esordito da calciatore: quattro anni intensi tra Serie C e Serie D. Da adesso il futuro si chiama Città di Varese.