La vigilia di Sanremese-Città di Varese. La presentazione di Porro: «Umiltà da gregari ma consapevoli delle nostre qualità»

Vigilia di Sanremese-Città di Varese e primo incontro con la stampa per l’allenatore Gianluca Porro che domani debutterà in panchina in Serie D. Dopo l’insediamento arrivato martedì il neo-allenatore, affiancato dal vice Neto Pereira, si è messo subito al lavoro per preparare la sfida in casa della seconda della classe.

«Ezio Rossi mi ha telefonato e detto cose bellissime sulla squadra: e in questi giorni in campo i ragazzi me l’hanno confermato lavorando in maniera intensa, seria e con grande collaborazione. Come primo impatto non potevo sperare di meglio. La squadra si è allenata benissimo ed è pronta a pedalare forte con la consapevolezza di avere qualità importanti e allo stesso tempo con l’umiltà dei gregari».
Città di Varese senza vittorie da sei giornate ma pronto a dare il massimo nello sprint finale per blindare il posto nei playoff, con Sanremo e la Sanremese che evocano comunque ricordi piacevoli (lo scorso anno la vittoria per 2-1 in Liguria certificò la permanenza in categoria con un mese di anticipo mentre quest’anno all’Ossola è arrivato il successo per 4-2): «Si è aperto un mini campionato in cui bisognerà mettersi alle spalle quello che c’è stato di negativo e tenere le tante cose positive. La forza del gruppo sta sempre nel rialzarsi».

Della partita non faranno parte gli indisponibili Bertuzzi, Cappai, Cantatore, D’Orazio e Parpinel, con il nuovo allenatore che ripartirà dalle certezze tattiche del gruppo: «Teniamo la continuità con la difesa a tre sia per il periodo della stagione che per le caratteristiche della rosa».